Strategie per posizionare il tuo e-commerce sopra la concorrenza

Strategie per posizionare il tuo e-commerce sopra la concorrenza

Associare il nome del marchio al prodotto venduto è una sfida che può determinare il successo di un'azienda. Pensa ad un uomo raffreddato che chiede all'amico "Hai un Kleenex?". Perchè proprio quel brand? Semplice, grazie ad una Brand Strategy estremamente efficace.

Internet ha trasformato le abitudini di acquisto: i clienti non sono più passivi, ma sono diventati esperti acquirenti online, e il potere si è spostato dall'azienda al consumatore. Una svolta epocale.

In questo post, daremo uno sguardo ad alcuni modi utili per costruire una strategia potente per il tuo negozio e-commerce. Parleremo di idee immediate che puoi attuare subito, con uno sguardo ad alcuni esempi di successo. Attenzione: non ti parlerò di come ottimizzare le tue pagine prodotto, implementare il SEO, attivare campagne social o adwords, nè come portare traffico al tuo sito o creare campagne promozionali. Queste cose le lasciamo per un altro post :)

Che cosa è una Brand Strategy?

In poche parole, la Brand Strategy contribuisce a definire il modo in cui i clienti percepiscono il tuo business e il tuo prodotto/servizio. Incide sul tuo posizionamento nel mercato e contiene i fattori che faranno la differenza rispetto ai competitor.

Costruire una Brand Strategy per il tuo negozio e-commerce è anche una potente tecnica di marketing, in particolar modo per la fidelizzazione dei clienti: quest'ultima è fondamentale per qualsiasi business e-commerce, vecchio o nuovo che sia. Ricorda che mantenere un cliente è più profittevole che acquisirne uno!

La Brand Strategy (e il posizionamento che vorresti raggiungere) devono essere pianificati prima di procedere con gli altri aspetti legati al tuo business. In caso contrario, potresti essere costretto a lavorare a ritroso per cercare nuovi metodi e rincorrere i clienti, con un notevole spreco di risorse, tempo e denaro.

Le basi per fare branding con l'e-commerce

Prima di andare ad analizzare alcuni esempi di Brand Strategies di successo, è consigliabile raggiungere una migliore e più completa comprensione della propria attività, anche attraverso piccoli esercizi di brainstorming, utili per capire cosa rende appetibile il tuo brand. Domandati, ad esempio:

  • La mia azienda ha una missione?
  • Il mio prodotto risolve un problema?
  • Che cosa pensano i miei attuali clienti del mio business?
  • Che cosa pensano i potenziali clienti della mia azienda?

Teoricamente, dovresti rispondere a queste domande senza pensarci troppo. Ancora meglio se tu fossi in grado di implementare queste domande nel tuo negozio, sotto forma di breve feedback, di recensioni o sondaggi, anche utilizzando i social o l'email marketing. Se non lo hai fatto, prevedi subito l'utilizzo di questi canali.

Consigli "bonus" per il tuo brand

Fai disegnare il tuo logo da qualcuno che ha esperienza nel branding
Inserisci il tuo logo in ogni social media, utilizzando la stessa immagine del profilo su tutte le piattaforme
Sii coerente con il tono e lo stile su tutte le piattaforme in cui sei presente

1. Definisci il tuo posizionamento

Determinare una proposta unica di vendita è un passo fondamentale in ogni buona Brand Strategy. L'obiettivo è quello di differenziare il tuo marchio dalla concorrenza, e dare ai tuoi clienti un motivo per acquistare un prodotto da te. Cos'è che rende il tuo negozio e-commerce (o il tuo prodotto) unico nel suo genere?

mast brothers

I fratelli Mast producono cioccolato a New York, e il loro negozio è uno dei pochi in cui le tavolette di cioccolato sono prodotte in casa. Dicono che il loro cioccolato sia delizioso, ma ad essere singolare è la modalità con cui viene prodotto: artigianalmente. I Mast fanno leva su questa caratteristica come proposta unica di vendita che li differenzia rispetto ai concorrenti. 

Invece di utilizzare i metodi industriali di aziende di grandi dimensioni come la Nestlè o Hershey, i Mast Brothers producono tutte le loro tavolette di cioccolata a mano, utilizzando tecniche di vecchie scuola (come ad esempio una smerigliatrice di pietra). Queste informazioni sono ben visibili nel loro sito.

Insomma: se il tuo è un prodotto artigianale, prendi spunto da questa storia per posizionare in modo univoco il tuo marchio. Un recente studio condotto dalla HBR ha evidenziato un forte ritorno di interesse per i prodotti artigianali, con molti "nostalgici" ormai stanchi dai prodotti tecnologici o industriali.

Prova ad evidenziare questi punti cardine per sfruttare al meglio il prodotto artigianale che vuoi vendere:

  • L'artigianato contribuisce a formare un nuovo modello di sviluppo economico
  • I creatori si divertono a produrre la merce a mano, e non amano i prodotti in serie
  • Spesso gli artigiani utilizzano materiale riciclato, quindi poni l'attenzione su tematiche ambientali
  • I prodotti fatti a mano sono fatti...con più cura e amore! 

2. Distingui il tuo marchio grazie alle qualità del prodotto

Usare le qualità dei prodotti come strumento di marketing è un modo estremamente efficace per costruire la fedeltà alla marca.

Al giorno d'oggi, se il prodotto che stai vendendo non è costruito o progettato con qualità, non riuscirai a vedere risultati apprezzabili. O, peggio ancora, potrai iniziare a vedere i clienti esprimere la loro insoddisfazione attraverso le molte piattaforme social a loro disposizione (PS: che tu li abbia attivati o no, i social sono i luoghi dove i tuoi clienti stanno parlando di te. Meglio esserci).

Se deciderai di puntare sulla qualità piuttosto che su altri fattori, sicuramente riuscirai a costruire una fetta di clienti che ti saranno fedeli a lungo. Se poi hai la fortuna di vendere un cosiddetto prodotto "buy-for-life" (compralo per la vita) ossia con un ciclo di vita a lungo termine, allora sei a cavallo.

casper mattress

Casper ha utilizzato questa tecnica per la sua strategia di posizionamento. Le qualità rappresentano la parte più importante della loro pagina prodotto, e sono immediatamente visibili ad un potenziale cliente.

Tra le altre cose, offrono una garanzia di rimborso valida per 100 giorni, che è il loro modo di dire "I nostri prodotti funzionano. Provali, fidati di noi". Questa è una tattica molto efficace di rimozione del rischio, che aiuta a costruire la fiducia dei consumatori. Uno studio condotto da Sprout ha dimostrato che, quando i negozi prevedono una garanzia di rimborso, questo si traduce in un aumento delle vendite del 21%.

Un altro modo eccezionale da utilizzare per posizionare il proprio marchio è inserire le immagini tratte da Instagram all'interno della pagina prodotto. Nel caso di Casper, le immagini provengono da clienti soddisfatti che hanno dato al materasso una recensione positiva.

Ecco alcuni esempi di qualità che puoi evidenziare sul tuo negozio per posizionare il marchio in modo appropriato:

  • Dove è stato realizzato il prodotto?
  • Soddisfa i requisiti di qualche regolamentazione specifica?
  • È un prodotto certificato, conforme agli standard di un'ente o istituzione?
  • Di che materiale è fatto?
  • Da dove proviene il materiale con cui è fatto?

Nota: Un errore comune che dovresti evitare è confondere la qualità con il lusso. Solo perché qualcosa ha un prezzo alto, non rappresenta necessariamente un prodotto di qualità! Quindi occhio al rapporto qualità/prezzo, o dovrai affrontare parecchi clienti insoddisfatti. 

3. Infrangi le regole di branding

Un'audace, ma potenzialmente esplosiva Brand Strategy è quella di cambiare "le regole del gioco". Correre dei rischi può portare nuova attenzione al tuo e-commerce. Se il tuo prodotto è unico e stravagante, perchè non concentrare i tuoi sforzi su questi aspetti? 

L'obiettivo è quello di creare lo spazio per il brand in modo non convenzionale, per convincere la gente a parlarne. Quindi sii originale e spiritoso, crea qualcosa di unico e inimitabile. 

Il successo del marketing online dipende sempre meno dall'obbedienza a regole prestabilite, e sempre di più dalla ricerca di modi originali per coinvolgere il target di riferimento.

4. Personalizza la Customer Experience

L'esperienza d'acquisto non deve essere solo piacevole, ma anche e soprattutto personalizzata. Il confezionamento e i dettagli del packaging, ad esempio, sono una parte molto importante della Customer Experience. Spesso capita di ordinare qualcosa online e restare piacevolmente sorpresi già dal ricevimento del pacco. Il tuo obiettivo deve essere la creazione di una Customer Experience personalizzata, creata su misura per il pubblico a cui ti riferisci.

Facciamo l'esempio di un cliente sulla trentina, che ama indossare camicie a scacchi, apprezza l'artigianato e i prodotti creati a mano. Dopo aver effettuato una ricerca online, decide di acquistare una camicia a quadri e si imbatte in un brand che cuce tutte le camicie in modo artigianale. Rimarrà piacevolmente sorpreso e ben disposto se, al ricevimento della merce, troverà un imballo curato nei dettagli, magari con una serigrafia a mano e un'etichetta creata artigianalmente.

Questa è una Customer Experience personalizzata, ma non è che un esempio!

Email personalizzate, integrazione dei canali social, contest & giveaway: crea un rapporto empatico con il tuo cliente, coinvolgilo rendendolo parte attiva.

5. Dai indietro...qualcosa

Una buona regola, soprattutto online, è quella di dare al cliente più di quanto si aspetti. Non importa quante vendite hai per il tuo negozio e-commerce: c'è sempre tempo e modo per condividere la tua gratitudine con loro. Prenditi del tempo per ringraziarli: è un'ottimo modo per assicurarsi la loro fiducia.

Ecco alcune altre idee facili da implementare:

  • Dona una percentuale degli incassi in beneficienza
  • Costruisci un programma di fidelizzazione (es. raccolta punti)

Ora che sei in grado di definire la tua Brand Strategy, è ora di cominciare a vendere! Sono curioso di conoscere alcuni esempi di Brand Strategy che ti hanno colpito :)

Vota:
1
 
Perché il tuo sito web aziendale deve rispondere a...
Trasferire un sito Joomla! da locale a remoto

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli