Perché i video sono il futuro del Content Marketing

Perché i video sono il futuro del Content Marketing

Albert Einstein diceva: "La logica ti porterà da A a B. L'immaginazione ti porterà dappertutto". Ed è questo il motivo del successo dei video sulla rete: un video, a differenza di un testo scritto, sfutta la la potenza del suono, libera il potere dell'immaginazione e sfutta la narrazione per dare vita reale a messaggi, prodotti e servizi. Tutte buone ragioni che hanno portato circa il 79% dei marketeers nel B2B ad utilizzare più o meno costantemente questa tattica. Quindi, se stai pensando di utilizzare i video per veicolare i tuoi contenuti, sei in buona compagnia.

È anche vero però che non tutti coloro che utilizzano i video riescono ad ottenere risultati eccellenti. In effetti, per molti, i risultati tardano ad arrivare e restano su volumi bassi. Perciò: se il video è il contenuto del futuro nel marketing (e sto sostenendo questo), come fanno aziende e professionisti ad ottenere dei risultati, riuscendo a connettersi e ad interagire con i propri clienti in modo efficace?

Perché il video è il contenuto del futuro

La maggior parte del tuo target di riferimento guarda i video. Si tratta del tipo di contenuti preferito dalla maggior parte degli addetti ai lavori: circa il 75% dei dirigenti dichiara di guardare video almeno una volta alla settimana. Data la scelta, il 59% di loro preferisce guardare un video piuttosto che leggere un articolo. Forse come un risultato naturale di questo interesse, il 73% del campione dichiara che i video hanno un impatto positivo sul ROI. Il ROI di questa attività di marketing è anche più facile da monitorare, in quanto si limita a poche piattaforme (come YouTube e Vimeo) e, di conseguenza, viaggia attraverso i Social Media in modo diverso rispetto ad altri tipi di attività di Content Marketing.

Questa stessa ricerca ha anche scoperto che il Video Marketing è la forma più popolare di contenuti tra gli utenti finali ed è una parte crescente del "Content Marketing Mix", in parte a causa del suo importante contributo al ROI. Quindi, se nel marketing B2B verranno usati sempre più video, come acquisire i massimi risultati dai propri sforzi?

Come i grandi brand utilizzano i video per il Content Marketing

È possibile creare video per una grande varietà di scopi, come ad esempio la costruzione di Brand Awareness, la generazione di leads, potenziare l'engagement e così via. Ma indipendentemente dalla meta, i tuoi sforzi possono essere ispirati da esempi di grandi brands che stanno registrando risultati. Qui ci sono quattro approcci strategici per i contenuti di Video Marketing.

1. GoPro: promuovere il benessere sociale

GoPro sta usando video con persone reali per parlare dei problemi del mondo reale che incontrano l'interesse del suo target di riferimento. I video di questo brand hanno catturato una platea di circa 4 milioni di abbonati su YouTube. Attraverso la sua serie "GoPro, Be a Hero" ("Essere un eroe"), l'azienda si serve di gente comune che fa cose incredibili.

Ad esempio, GoPro ha pubblicato questo video "GoPro: vigile salva gattino", che ha oltre 30 milioni di visualizzazioni e 381,620 likes. Il videoclip di due minuti racconta la storia di un vigile del fuoco (il quale, ovviamente, utilizza una GoPro) che salva un gattino da una casa in fiamme. La storia è commovente e crea emozioni positive, l'ispirazione e il desiderio di fare del bene.

Concetti chiave
- Identificare gli argomenti che interessano alla maggior parte del proprio pubblico di destinazione.
- Utilizzare i video per raccontare questi argomenti e portarli alla vita, suscitando emozioni positive.
- Sfruttare il naturale desiderio del proprio target di riferimento per promuovere il bene sociale attraverso il video.

2. Intel: dipingere un quadro di Successo

La serie "Meet the Makers" ("Incontra i creatori") della società racconta storie incredibili su persone che fanno la differenza attraverso l'utilizzo di prodotti Intel. Nota bene: in questa serie di video, Intel non è l'eroe. I clienti della società si. Alla fine del video, una tagline ti chiede: "Che cosa faresti?"

Ad esempio, questo breve video presenta Shubham Banerjee, che ha costruito una stampante Braille a basso costo utilizzando la tecnologia Intel Edison della società, dando a 200 milioni di persone non vedenti un metodo conveniente per la lettura. Il video ha più di 1 milione di visualizzazioni.

Concetti chiave
- Condividi i riflettori. Intel rende il cliente protagonista della storia, e usa il video per raccontare la sua storia ad un livello più profondo.
- Fai sottilmente comprendere le caratteristiche del prodotto. La serie Makers è dotata della tecnologia Intel, ma è molto sottile e abilmente intessuta nella storia.

3. Samsung Mobile: utili suggerimenti professionali

Questo è simile alla strategia di Intel. Samsung presenta abilmente i suoi prodotti attraverso i video, ma l'obiettivo è aiutare lo spettatore a costruire nuove competenze e a potenziale le condivisioni social su Facebook e YouTube. I video sono corredati di professionisti che condividono informazioni privilegiate, creando fiducia e fornendo un contenuto di valore al target di riferimento. Come fa, ad esempio, l'esperta di fotografia Jessica Lehrman nel video qui sotto.

Il video si concentra su una sola cosa: come utilizzare "la regola dei terzi" durante la composizione di una foto. Il post ha oltre un milione di visualizzazioni e quasi 3.000 likes.

Concetti chiave
- Rendi chiaro e semplice il messaggio da comunicare.
- Fai dei video brevi.
- Recluta una persona influente per video su "come fare per" ecc.
- Concentrati su come aiutare il pubblico ad ottenere più valore dai tuoi prodotti o servizi.

4. Hootsuite: intrattenere i clienti

HootSuite ha creato un video intitolato "Hootsuite's Game of Social Thrones" che ha messo uno pizzico di divertimento nei suoi servizi - ed ha totalizzato più di 1 milione di visualizzazioni.

HootSuite si connette con il suo pubblico dichiarando pubblicamente: "In azienda siamo grandi fan della serie di HBO Game of Thrones". La nuova stagione era appena cominciata, quando la società ha registrato questa clip, dove propone una sua personale versione della sigla di apertura.

Hootsuite ha giocato sulle somiglianze tra la serie tv e alcuni dei suoi servizi, spiegando che "...unire regni in guerra è una storia che conosciamo. Hootsuite unisce i social network in una piattaforma, per fare in modo che le aziende e le organizzazioni di ogni dimensione possano collaborare ed attuare strategie di social media su più piattaforme da un'unica dashboard, sicura e accessibile dal web".

Nel video troviamo, alla fine, anche un invito all'azione, che traghetta gli spettatori verso una pagina di registrazione.

Concetti chiave
- Comprendere simpatie e antipatie del tuo cliente, e capitalizzarli in modi creativi e innovativi.
- Non aver paura di essere creativi con i video.
- Ci si può legare ad un fenomeno culturale - se lo si fa bene (ma guai a quelli che lo fanno male...)

4 Suggerimenti per il successo

1. Crea dei video della giusta lunghezza

Non esiste una regola che vada bene per tutti i tipi di video, ma ci sono alcune linee guida generali. Prima di tutto, dovresti sapere quali dispositivi e piattaforme i tuoi clienti utilizzano, poiché la migliore lunghezza di un video può variare a seconda della piattaforma. Ad esempio, gli utenti desktop guardano un video per circa due minuti, mentre gli utenti di telefonia mobile restano più a lungo - quasi due minuti e mezzo. Gli utenti di Facebook tendono a valorizzare i contenuti più brevi, mentre gli spettatori di YouTube godono di contenuti più a lungo. Il video di YouTube ideale tende ad essere lungo intorno a tre minuti.

2. Non dimenticare un invito all'azione

Come in tutti gli altri contenuti, anche il video dovrebbe includere un invito all'azione. Ma nel caso dei video non c'è bisogno di aspettare fino alla fine - in realtà, non si dovrebbe, suggerisce AdEgde. Con il video, è necessario includere l'invito all'azione nei primi 10 secondi.

3. Analizza i dati e utilizzali per migliorare la strategia

Dopo aver pubblicato i video, analizza quali sono quelli più apprezzati dai tuoi utenti. Quali piattaforme stanno generando il maggior numero di visualizzazioni? Quando gli spettatori abbandonano? Queste sono le domande a cui dovrai rispondere per ottenere il massimo ROI e per migliorare in futuro la creazione di contenuti.

4. Utilizza elementi interattivi

Per esempio, inserisci nel video link, quiz, sondaggi per fare in modo che tutti contribuiscano ad aumentare l'efficacia e il coinvolgimento del tuo video.

Il futuro dei video

L'integrazione corretta dei video nella tua strategia di Content Marketing ti aiuta a promuovere il coinvolgimento dei clienti. Ma durante la creazione di tali attività, è importante chiedesi continuamente: "Perché stiamo facendo questo?" È anche altrettanto importante chiedersi "Perché i miei clienti si preoccupano?"

Gli operatori nel marketing devono diventare sempre meno legati a strategia tradizionali e diventare sempre più narratori - perché quando si raccontano grandi storie che interessano al pubblico di destinazione, si possono raggiungere risultati completamente nuovi.

Allora: il tuo mix di contenuti include i video? Se il post ti è piaciuto o ti è stato utile, fammelo sapere!

Vota:
3
 
Come riconoscere un sito web fasullo
Gli errori che ti faranno buttare i soldi nell'e-c...

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli