Google My Business: cosa fare e cosa NON fare per ottimizzare la scheda della propria attività su Google

google mybusiness roma

Una pagina Google My Business può essere un ottimo modo per far sì che la tua attività venga mostrata su Google.

È una risorsa essenziale per qualsiasi imprenditore, in special modo per chi ha un business locale, ma a volte la sua creazione (e la sua gestione) può creare confusione.

La scheda Google My Business integra in maniera organica e precisa le informazioni del tuo sito web.

Ma iniziamo dalle basi. Per cominciare, devi sapere che:

  • La scheda della tua attività su Google non si paga
  • Google non telefona per proporti la creazione di una scheda aziendale
  • Non si paga per l'inserimento della tua azienda su Google Maps

Queste sono tutte cose gratuite che è possibile gestire in modo autonomo: quindi attenzione, non farti fregare da chi telefona "spacciandosi" per Google!

Come funziona Google My Business

Google My Business è uno strumento gratuito sviluppato dal "gigante" dei motori di ricerca per aiutare le piccole imprese a migliorare la loro presenza online tra i risultati di ricerca.

Questa, ad esempio, è la nostra scheda su Google:

scheda google business medea

Quando un utente effettua una ricerca su Google (ad esempio ha sentito parlare della tua attività e vuole saperne di più, cercandoti online), questo gli mostra una scheda contenente alcune informazioni:

  • il nome dell'attività
  • le foto
  • i dati per contattarti
  • l'indirizzo e la posizione su Google Maps e le indicazioni su come raggiungerti
  • gli orari di apertura
  • il link al sito web

e altri dati non meno importanti, come le recensioni ottenute e le domande fatte dagli utenti.

La tua scheda su Google My Business

Cerca su Google la tua attività. Di sicuro ti troverai di fronte a uno di questi 2 scenari:

  1. Non c'è alcuna scheda della tua attività su Google (ossia la scheda, la mappa non compaiono a destra dei risultati)
  2. Esiste già una scheda della tua attività, creata automaticamente da Google con le informazioni provenienti da altre fonti, in special modo dagli altri utenti

Nel primo caso dovrai creare una scheda ex-novo. Per farlo dovrai accedere o creare prima un account Google.

Nel secondo dovrai richiedere la proprietà della scheda esistente, confermando a Google che sei effettivamente il titolare di quell'attività.

Guarda questo tutorial ufficiale di Google My Business

{youtube}hoT4jp7oUCg{/youtube}

Google My Business: cosa fare (e non fare)

Ottimizzare la propria scheda su Google My Business è un'operazione molto utile: consente di avere una scheda sempre aggiornata nei dati e mostra ai potenziali clienti tutte le informazioni che stanno cercando. Può insomma diventare un ottimo veicolo pubblicitario per la nostra azienda.

A patto di adottare le giuste misure: esistono molte aziende che compiono diversi errori e mandano così all'aria una grande opportunità.

Vediamo come trarre il meglio dalla nostra scheda su Google.

google cosa fareCosa fare

Aggiungi informazioni precise

Dopo aver creato (o richiesto) la tua scheda, Google ti chiederà di modificare alcune informazioni importanti, come Nome, Indirizzo, Numero di telefono, Sito web, Orario di lavoro, Categoria eccetera.

Uno dei criteri chiave per il posizionamento delle schede delle attività commerciali è la pertinenza. Questa è rappresentata in parte dalle informazioni trovate nell'inserzione, quindi assicurati di aver riempito tutto correttamente!

Aggiungi la parola chiave nel titolo

ll titolo è molto importante e dovrebbe sempre contenere il nome della tua attività. Tuttavia, è una buona idea aggiungere almeno una parola chiave, come il servizio principale e la posizione.

Ad esempio, se hai un albergo dal nome "Miramare" è sempre meglio scrivere qualcosa del tipo "Hotel Miramare Riccione - Resort & SPA".

Verifica la tua scheda

Un annuncio non verificato è come una macchina senza documenti. Ottenere la spunta di Google è abbastanza facile. Sarà Google molto probabilmente a chiederti di farlo.

Dopo averla verificata, dovresti vedere l'icona "scudo" vicino al nome della tua scheda. È una garanzia per i tuoi utenti, perché sapranno che le informazioni contenute nella scheda sono quelle "ufficiali".

Chiedi ai clienti di lasciare una recensione

Le recensioni sono una parte fondamentale del successo di Google My Business. Probabilmente non solo influenzano la posizione nei risultati di ricerca (Google premia le attività con il punteggio più alto), ma influenzano anche e soprattutto l'opinione dei potenziali clienti sul tuo business.

google recensioni

È quasi garantito che i clienti lascino una recensione se la loro esperienza è negativa.

Per compensare ciò, cerca di convincere i tuoi clienti soddisfatti a lasciare recensioni positive. Questo può essere ottenuto chiedendo loro di farlo una volta effettuato un acquisto nel tuo negozio, anche con una e-mail, in special modo se il tuo è un e-commerce.

Puoi aggiungere una sorta di premio per chi lascia una recensione, come un omaggio o uno sconto sul il prossimo acquisto.

Incentiva i clienti a condividere le foto

La maggior parte delle volte, le persone lasciano solo brevi recensioni di testo.

Tuttavia, se riesci a fargli fare una foto del prodotto o del servizio che hanno acquistato, probabilmente questo le spingerà a scrivere un po' di più.

Questa cosa è abbastanza facile se hai un ristorante, ma nessuno dice che non puoi chiedere ai tuoi clienti di recensire la nuova maglietta che hanno acquistato pubblicando una foto mentre la indossano, ad esempio!

Rispondi alle domande e alle recensioni

Così tante persone ignorano le domande e le recensioni degli utenti...è quasi scioccante!

Nemmeno le grandi aziende con centinaia o migliaia di recensioni possono permettersi di ignorarle, specialmente le domande.

Quando qualcuno ti giudica positivamente, interagire attraverso una risposta aumenterà le possibilità che il cliente ritorni.

Quindi non dimenticare di rispondere: dimostrerai di essere vivo, attivo e attento alle opinioni dei clienti.

Impara dalle recensioni negative

Per quanto riguarda le recensioni negative, prova prima a risolvere il problema. La maggior parte delle recensioni negative ti sembreranno immotivate: prova a mantenere la calma, analizza bene il problema e rispondi con educazione.

Anche se il cliente decide di mantenere la valutazione di 1 stella, le altre persone potranno almeno leggere la tua versione della storia e prendere una decisione.

Le recensioni negative possono essere un ottimo modo per imparare: cerca di evitare gli stessi errori in futuro.

E lascia perdere la ricerca su "come cancellare le recensioni su Google". Non si può.

google erroriCosa NON fare

Non scrivere solo parole chiave nel titolo

Non fraintendere il primo consiglio. Se la tua azienda si identifica in più parole chiave, concentrati solo su quella principale e mantieni quelle secondarie per le pagine del tuo sito web.

Un buon esempio di riempimento di parole chiave da evitare è il seguente: "Miramare: Hotel, Motel, Bed and Breakfast, B&B, Ristorante a Riccione"

A Google non piace, e spesso tende a bannare le pagine che lo fanno, quindi evitalo.

Non dimenticare di aggiornare le informazioni

Vedo questo problema troppo spesso. Cerco un'azienda su Google per trovare alcune informazioni e chiamo il numero di telefono, ma è fuori servizio o nessuno risponde. Se ti è capitato almeno una volta, saprai quanto sia frustrante!

Ed è anche peggio quando l'azienda non aggiorna gli indirizzi delle sedi locali.

Immagina la scena: Google My Business dice che il tuo negozio apre alle 8 del mattino, il cliente arriva lì e scopre che...deve aspettare ancora un'ora. Come pensi che reagirà? Esatto: recensione negativa garantita.

Google non vuole che i suoi utenti finiscano per avere brutte esperienze nell'usare il proprio sito, ecco perché permette a tutti di suggerire modifiche.

Tuttavia, vuoi davvero che altre persone suggeriscano modifiche alla tua scheda o vuoi gestirla tu stesso?

Non ignorare o polemizzare con gli utenti

Ignorare le recensioni è davvero una brutta cosa.

recensioni negative

Anche se la recensione è breve, prova a rispondere con almeno un "Grazie!".

Non ignorare mai le recensioni negative! Rispondi sempre e prova a trasformare quella recensione negativa in un cliente felice. Puoi ad esempio offrire uno sconto per il prossimo acquisto.

È un piccolo prezzo da pagare ma questo dimostrerà ad altri potenziali clienti che sei attivo e che ti stanno a cuore i giudizi dei tuoi clienti.

Non aggiungere recensioni false

Se aggiungi recensioni false, puoi essere eliminato dai risultati o addirittura bannato da Google.

Tuttavia c'è un terzo problema: stai pur certo che le persone lo scopriranno!

Oggi, il "rilevatore di fuffa" delle persone è così avanzato da sentire l'odore delle recensioni false lontano un chilometro. Percio evita.

Non lasciare recensioni negative ai concorrenti

Se sei quel tipo di persona, non c'è molto che io possa dire. Ma lo dirò. Stai sprecando il tuo tempo. Potresti investirlo nel migliorare la tua attività.

Non pubblicare foto di clienti senza approvazione

Molte persone si localizzano presso di te. Quindi potresti pensare che non c'è niente si sbagliato se prendi le loro foto e le usi: invece no, è sbagliato. Ed è scorretto.

Prova ad aggiungere foto della tua azienda senza inserire i volti dei clienti, se non hai la loro approvazione.

L'aspetto della privacy è molto importante e le persone ci tengono sempre di più. Quindi fai attenzione.

Non aggiungere immagini false

Non inserire immagini che non sono realmente della tua attività.

Non mettere nemmeno prodotti da altri siti. Puoi incontrare seri problemi di copyright, senza contare che la gente diventa sospettosa se trova la stessa immagine da qualche altra parte.

Se vendi scarpe Nike, invece di copiare la foto dal sito web ufficiale di Nike, scatta qualche foto nel tuo negozio e posta quelle: ti sembrerà strano ma le persone preferiscono foto genuine e reali a quelle "da catalogo".

Vota:
3
5 segnali che ti dicono: "È ora di cambiare il tuo...
Vendere profumi online: IMPOSSIBILE? Il caso di Ph...

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli