Cosa deve includere un piano di manutenzione per il tuo sito

Cosa deve includere un piano di manutenzione per il tuo sito

Molte persone ci chiedono: "Perchè dovrei pagare qualcuno per mantenere regolarmente il mio sito web?". Per molti, infatti, è normale pensare che, una volta creato il sito, questo resterà intatto, immacolato e funzionante per molti anni a venire. Tutto ciò di cui devono preoccuparsi è rinnovare il loro hosting da 20 € l'anno.

Sarebbe bellissimo, ma purtroppo non è così. Proprio come il nostro organismo, un sito web ha bisogno di adeguarsi all'ambiente in cui vive per ottenere le massime prestazioni, proteggersi dagli attacchi esterni e curarsi in caso di "malanni". In particolare, la manutenzione di un CMS (Content Management System) come Joomla, Prestashop o Wordpress, è soggetta alla pubblicazione e rilascio di nuove versioni del software e delle estensioni. È quindi fondamentale pianificare un buon piano di gestione del sito web per non incappare in spiacevoli sorprese (bug, link non funzionanti, attacchi hacker e così via).

Stabilito questo, vediamo cosa dovrebbe includere un buon piano di manutenzione per il tuo sito.

Manutenzione del sito web - Cosa controllare

1. Il nome del dominio

Questo è l'indirizzo del tuo sito (la tua casa). Esistono molte estensioni disponibili, inolte di recente le possibilità sono aumentate con l'introduzione di nuove estensioni. Di solito, il nome di un dominio termina con .com. Così, per il tuo sito web aziendale, hai bisogno di un nome che rappresenti più da vicino il nome dell'azienda o del brand. Un nome di dominio va scelto con cura, facendo in modo che non sia troppo lungo o troppo difficile da digitare (evitando, ad esempio, i trattini), analizzando la concorrenza e le parole chiave.

2. L'Hosting

I file del tuo sito web dovranno essere ospitati da qualche parte. Ciò significa che i file devono essere conservati in uno spazio fisico connesso a internet il 100% del tempo. Non puoi permetterti che il tuo sito vada down per troppo tempo, quindi è fondamentale scegliere un hosting che sia performante, affidabile, con una buona assistenza clienti e che fornisca aggiornamenti costanti nel tempo.

I servizi aggiuntivi, come l'e-mail, sono parametri da considerare nella scelta di un buon hosting: in questo modo sarà possibile avere il proprio indirizzo di posta elettronica personalizzata, come info@nomedominio.ext

3. Backup regolari

Un piano di manutenzione ideale prevede backup regolari. Dell'importanza dei backup (= salvataggi) non se ne parla mai abbastanza e l'argomento è molto importante in ottica sicurezza di un sito web. In caso di attacco hacker o perdita dei dati, un backup permette di ripristinare in modo semplice e indolore l'ultima versione funzionante del sito. Facciamo un esempio: un hacker compromette il backend del sito e comincia a cancellare i contenuti. Con un backup possiamo ripristinare il sito così come era il giorno prima dell'attacco, curare la falla e riprendere con l'attività senza problemi.

In teoria, un piano di backup ideale è organizzato su base quotidiana: dovrai avere sempre una copia del sito funzionante.

4. Aggiornamenti regolari

Il 79% degli attacchi hacker sfrutta siti web datati, realizzati con vecchie versioni dei software o contenenti estensioni che non sono state aggiornate. È evidente che non puoi permetterti di avere un sito web che non sia aggiornato nell'infrestruttura tecnica. In caso contrario, il tuo sito è a rischio. Non è una questione di "se", ma di "quando".

joomla25 supporto terminato

Ecco un esempio: un sito Joomla realizzato con la versione 2.5 del software, il cui supporto è terminato il 31 Dicembre 2014. Vuol dire che, a partire da quella data, non sono state rilasciate nuove versioni delle estensioni, quindi il sito non potrà avvantaggiarsene e resterà sempre indetro rispetto ad altri nuovi siti. Inoltre, avere oggi un sito realizzato in Joomla! 2.5 significa rischiare attacchi informatici ogni giorno!

Un buon piano di manutenzione prevede aggiornamenti ogni volta che c'è la necessità di effettuarli (nuova versione del CMS, aggiornamenti di estensioni etc) e comunque deve prevedere un'attività di controllo su base settimanale.

5. Scansioni del sistema

È importante eseguire regolarmente la scansione del sito web e monitorare sia le prestazioni che la sicurezza. È molto meglio trovare un problema che ha bisogno di essere risolto subito piuttosto che lasciarlo marcire per un lungo periodo di tempo, con il rischio che diventi qualcosa di più grave.

6. Aggiornamento dei contenuti

Anche i contenuti del tuo sito dovrebbero essere aggiornati regolarmente. I post all'interno di un blog, le informazioni in una pagina, le immagini (Google sta cercando proprio i contenuti, quindi è bene concentrarsi su quelli). A Big G piace particolarmente quando vengono inseriti nuovi contenuti: gli consente di mantenere vivo il tuo sito, fargli capire che gode di ottima salute.

I contenuti possono essere aggiornati quando vuoi: una volta alla settimana, una volta al mese o ogni giorno, se vuoi. La cosa importante è che siano aggiornati.

7. Analisi e metriche

La prima cosa da fare è installare Google Analytics e ottenere tutti i report, le metriche e gli strumenti di analisi per il tuo sito web. Sarai in grado di conoscere tante cose interessanti, utili per la tua strategia di marketing: da dove provengono i tuoi visitatori, quali pagine sono più popolari e così via. Naturalmente la cosa richiede del tempo: ci vorrà qualche settimana per ottenere dati sufficienti per la comparazione e l'analisi. Dopo di che, dovresti monitorare questi dati periodicamente, per capire come stai andando e cosa migliorare.

Google Analytics deve far parte del piano di manutenzione. È di vitale importanza.

8. Support Desk

Infine, un buon piano di manutenzione per il tuo sito web dovrebbe prevedere la possibilità di avere assistenza in modo diretto e in tempi rapidi. La nostra web agency, ad esempio, fornisce ai clienti la possibilità di accedere al proprio sito web ed effettuare semplici modifiche. Per tutto il resto è a disposizione e offre supporto entro 24 ore.

Conclusione

Queste sono solo alcune delle voci (le principali) che ogni gestore o proprietario di sito web dovrebbe controllare a cadenza regolare. Non sarà mai detto a sufficienza: non basta avere un sito internet, pubblicarlo e dimenticarsene con la speranza che continui a funzionare sempre, nonostante tutto. Bisogna prendersene cura, sia dal punto di vista tecnico che da quello editoriale.

Vuoi avere maggiori info sul piano di manutenzione che offriamo ai nostri clienti? Clicca qui e contattaci!

Vota:
3
 
Trasferire un sito Joomla! da locale a remoto
Come proteggere i tuoi dati online