Basta "post acchiappalike" su Facebook

Basta "post acchiappalike" su Facebook

Si chiama "like baiting" ed è traducibile come "a pesca di mi piace". Sono quei post che ogni tanto appaiono su Facebook i quali, in condizioni normali, sarebbero del tutto irrilevanti ma che hanno un alto tasso di viralità grazie ad un paio di "trucchetti". Uno di questi consiste nell'effettuare una richiesta più o meno esplicita per accaparrarsi likes, commenti o condivisioni verso un post che, normalmente, passerebbe inosservato o quasi. Ebbene, questo atteggiamento sembra aver stufato anche Facebook, che da qualche giorno ha iniziato a prendere di mira il "News Feed Spam", ovvero questo tipo di contenuti pubblicati all'interno del flusso delle notizie che ruotano sul popolare Social Network. Facebook ha infatti annunciato un giro di vite nei confronti dei contenuti pubblicati da Pagine – curiosamente, però, la nota ufficiale non cita i profili personali – che cercano, con l'inganno, di ottenere una diffusione maggiore di quella che meritano.

Vediamo quali tipi di post verranno fortemente limitati:

Like Baiting

Esattamente come nel caso descritto sopra, si tratta di una tecnica per ottenere in modo innaturale like ed altri apprezzamenti. Questi contenuti già oggi si posizionano nel News Feed in modo tale da avere una visibilità eccessiva, nascondendo in alcuni casi notizie più rilevanti. Un esempio di Like Baiting è quello relativo all'immagine di questo post, dove si chiede un'azione (like o share) in base all'animale preferito...

Contenuti ripubblicati di frequente

Attenzione a pubblicare foto e video già visti in giro. Il consiglio è sempre più quello di lavorare sulla produzione e pubblicazione di contenuti originali (e di qualità), e non sulla mera ricondivisione di contenuti di altri.

Link esca/spam

Sono quegli odiosi link che inducono a cliccare su un contenuto ma che rinviano ad un sito pieno di pubblicità o roba simile. Facebook misura la frequenza con cui gli utenti che visitano un link decidono poi di dare un like al post originale o di condividerlo con i loro amici, e in questo modo riesce ad individuare (e penalizzare) con buona approssimazione i post che includono spam.

Vota:
1
 
Guide Joomla - INSTALLARE JOOMLA IN LOCALE/2
Tumblr, cos'è e perchè dovresti provarlo