5 domande da fare prima del restyling di un sito web

5 domande da fare prima del restyling di un sito web

Con sempre più persone online in cerca di informazioni, servizi, prodotti e per centinaia di altre ragioni, avere un sito web efficace oggi è più importante che mai. Sono sicuro che il tuo sito risponde alle esigenze dei tuoi clienti, facendo in modo che interagiscano con te, richiedano i prodotti e i servizi che offri e riescano a trovare tutte le informazioni di cui hanno bisogno. Ma, come succede anche alle grandi aziende, scommetto che ci sono momenti in cui pensi "come posso fare in modo che il mio sito lavori di più? Da dove dovrei partire, cosa posso fare per incrementare le visite e raggiungere più persone?".

Alcune volte, ad un sito web basta una piccola migliorìa, una maggiore attenzione ai dettagli, l'ottimizzazione di processi già esistenti; molto più spesso, invece, è necessario rivoluzionare il sito esistente perché non efficace.

La maggior parte dei piccoli/medi imprenditori sono eccellenti nel loro mestiere, ma non sono esperti di comunicazione nè di web design. Ecco perché il 95% delle PMI ha un sito obsoleto o non performante. Prima di effettuare il restyling del sito web, quindi, è necessario porsi le giuste domande per non incappare due volte nello stesso errore.

Lo scenario

restyling sito web

Secondo una ricerca di Hubspot, circa il 72% dei siti web riceve un punteggio di 59/100 o ancora meno. Dei milioni di siti web analizzati da Marketing Grade, solamente il 26% ha raggiunto il pieno gradimento: tutti gli altri sono stati giudicati inadeguati o poco efficaci. Sebbene l'efficacia di un sito web risponda a tutta una serie di parametri, quello visuale resta ancora il più utilizzato dagli utenti nel giudicare l'azienda che lo possiede. In poche parole: un'azienda con un brutto sito web sta dando un'immagine poco professionale ai suoi clienti e li sta spingendo nelle braccia della concorrenza. 

Le domande da fare prima di effettuare il restyling del sito

1. Cosa c'è di sbagliato nel mio sito web attuale?

Puoi verificare tu stesso lo stato del tuo sito web. Molte aziende, purtroppo, dispongono di siti internet obsoleti. I moderni siti web devono necessariamente essere dotati di una versione mobile, o quantomeno essere "Responsive" ossia che si adattino automaticamente al dispositivo con cui vengono visualizzati (smartphone, tablet ecc). La grande diffusione dei dispositivi mobili ha radicalmente cambiato il modo di fruizione dei siti web: se il tuo sito non risponde a questa caratteristica, allora hai un sito obsoleto (cosa che, tra l'altro, ti sta facendo perdere gran parte delle visite).

siti web piangere

Conoscere il proprio sito web è importante, ma ancor più importante è mettersi nei panni degli utenti: un buon modo per raccogliere le loro opinioni è attraverso recensioni e sondaggi, sia integrati nel sito stesso sia ospitati da piattaforme esterne come Google, Yelp! o altri siti simili. Il cliente non ha sempre ragione, contrariamente a quanto viene detto, ma nel 99% dei casi la sua opinione può fornirti utili indicazioni su ciò che è sbagliato e su come migliorare.

Un altro utile strumento è Google Analytics: numeri e dati che possono guidarti nella comprensione dei processi da migliorare o potenziare. Questo strumento è utilissimo perché fornisce tantissime indicazioni, come ad esempio sulla frequenza di rimbalzo (quanti utenti entrano ed escono dal tuo sito senza effettuare un'operazione o visitare un'altra pagina), sulle pagine più visitate o, se hai un e-commerce, sul punto in cui si interrompe il processo di acquisto. Naturalmente se il tuo sito non è collegato a Google Analytics ti consiglio di farlo immediatamente.

2. Quali sono gli obiettivi del restyling?

Può sembrare secondario ma non lo è: qual è la ragione che ti spinge ad effettuare un restyling del sito? Sei in fase di rebranding aziendale oppure si tratta di una semplice riprogettazione? Il modo di progettare e realizzare un sito è molto diverso nei due casi qui citati. Nel complesso, una buona regola è quella di seguire obiettivi SMART, acronimo che in italiano sta per obiettivi obiettivi Specifici, Misurabili, Raggiungibili, Pertinenti e Tempestivi.

Ecco un esempio:

  • SPECIFICI - Cosa vuoi ottenere?
    Imposta un obiettivo di business quantificabile per il sito web. Ad esempio:
    • Aumentare le visite del 20%
    • Migliorare il tasso di conversione delle vendite del 5%
    • Migliorare la soddisfazione dei clienti del 10%

  • MISURABILI - Come puoi sapere se ci sei riuscito? 
    Stabilisci criteri e metodi concreti per misurare i progressi verso l'obiettivo. I metodi di misurazione comuni includono:
    • Monitoraggio contatti qualificati attraverso CRM
    • Monitoraggio del tasso di conversione attraverso Google Analytics
    • Sondaggi tra i clienti prima e dopo la riprogettazione

  • RAGGIUNGIBILI - Possono essere realisticamente compiuti? L'obiettivo è realistico e raggiungibile?
    Obiettivi fissati troppo in alto o troppo in basso diventano insignificanti. Confronta i tuoi obiettivi con i numeri attuali e chiediti se possono essere realisticamente raggiunti.
    • Coinvolgere il target di riferimento attraverso proposte di valore unico e più efficaci call-to-action sono proiettate per produrre un aumento del 10% del traffico. Un ulteriore 10% del traffico verso il sito web può essere prodotto utilizzando pubblicità a pagamento e SEO.
    • Le medie di settore suggeriscono che un aumento del tasso di conversione del 5% è realistico e può essere realizzato con una migliore qualità delle foto, dei video e delle testimonianze dei clienti (riprova sociale).
    • Il test di usabilità suggerisce che i miglioramenti UX del sito possono portare ad un aumento della soddisfazione dei clienti del 10% o più.

  • PERTINENTI - Perché questo obiettivo è così importante per il tuo business? Può aiutarti nel potenziale la visione e la missione dell'azienda? Puoi abbinare le esigenze di altre parti interessate?
    Non stabilire obiettivi futili o non efficaci. Assicurarti che ci sia un percorso chiaro e coerente di ciò che vuoi raggiungere attraverso il tuo sito web per realizzare gli obiettivi di business della tua azienda.
    • L'aumento del 20% nelle visite del sito web è in linea con gli obiettivi del reparto marketing di produrre il 20% di contatti in più rispetto allo scorso anno.
    • L'aumento del 5% delle vendite attraverso il sito è allineato con l'obiettivo di aumentare le entrate del 10%.
    • Migliorare la soddisfazione dei clienti del 10% è in linea con l'iniziativa del CEO di migliorare il tasso di retention dei clienti del 10%.

  • TEMPESTIVI - Quando vuoi raggiungere gli obiettivi?
    Imposta un periodo di tempo per gli obiettivi. Un periodo di 6 mesi è ragionevole o è meglio prolungare ad un anno? Stabilire un punto di arrivo temporale ti dà un obiettivo chiaro. Il periodo di tempo deve essere raggiungibile e realistico.
    • L'aumento del 20% nelle visite al sito inizierà con un primo 10% derivante da miglioramenti che possono essere realizzati entro 6 mesi da oggi con il lancio sito. Il restante 10% sarà il risultato di traffico aggiuntivo al sito web attraverso pubblicità a pagamento e SEO che necessiterà almeno di altri 6 mesi prima di produrre risultati desiderabili.
    • Mentre la riprogettazione del sito si tradurrà in un immediato aumento delle conversioni, un incremento delle vendite del 5% richiederà altre modifiche e miglioramenti che possono richiedere ulteriori 6 mesi, per un totale di 12 mesi.
    • L'aumento della soddisfazione dei clienti può essere previsto immediatamente dopo la riprogettazione del sito web (6 mesi da oggi).

3. Quali sono le caratteristiche dei siti che preferisco che vorrei includere nel mio? 

Avrai sicuramente dei siti web che ti piacciono per il design o per alcune funzioni. Se si tratta di piattaforme la cui struttura può adattarsi anche alle tue esigenze, allora cerca di imitarne la disposizione. A volte, il design di un sito web ha senso per un particolare prodotto o servizio, ma può non essere in linea con le esigenze della tua azienda o - peggio ancora - con quelle dei tuoi clienti.

Un altro posto dove rivolgere lo sguardo è verso i siti web dei tuoi competitors. Se hanno un sito che genera coinvolgimento, è apprezzato ed ha un buon posizionamento sui motori di ricerca, cerca di fare qualcosa di simile. Ma ricorda: non devi copiare, ma migliorare, per andare al di là di quello che stanno facendo.

Qualcosa di molto importante che devi tenere a mente è che, spesso, il processo di miglioramento di un sito web è un processo di sottrazione. Non pensare che un sito pieno di immagini, testi, pulsanti, colori sgargianti sia necessariamente un buon sito. Anzi spesso è vero il contrario. Elimina tutto il superfluo e concentrati sugli elementi che sono rilevanti per la tua attività.

4. Il prodotto o servizio che offro è cambiato in qualche modo?

Molto spesso le esigenze di restyling del sito si incontrano con uno o più aspetti cambiati nella natura del prodotto/servizio offerto. Il momento ideale per prendere in considerazione una riprogettazione completa del sito web. In questo modo avrai la possibilità di ottenere un nuovo look per il sito, svelando contemporaneamente i nuovi aspetti del prodotto/servizio. Un nuovo look è un ottimo modo per rinvigorire la presenza del tuo brand sul mercato, e mostra ai clienti che la tua azienda è in grado di cambiare nel tempo mantenendo la sua rilevanza.

Le aziende che non colgono l'occasione tendono a perdere seguito e interesse a causa della propria immobilità. 

5. Come voglio che sia?

Il design di un sito web cambia in base agli obiettivi che vuoi raggiungere. Potresti voler riprogettare il sito per generare contatti, fornire contenuti diversi rispetto al passato, vendere un prodotto o un servizio, o per attirare i visitatori in un luogo fisico come il tuo negozio. Qualunque sia l'obiettivo, ci sono dinamiche e aspetti che funzionano meglio per alcuni obiettivi rispetto ad altri. Una landing page è strumento straordinario per vendere un prodotto o un servizio, o per raccogliere contatti, ma se il tuo sito deve proporre contenuti sempre nuovi (come, ad esempio, un blog) allora il design dovrà necessariamente cambiare.

Identificare questo aspetto chiave prima della riprogettazione del sito ti metterà sulla buona strada per il successo nel mondo del marketing digitale

Conclusione

Il processo di restyling di un sito web pone molte questioni che vanno affrontate e risolte prima di procedere con la riprogettazione vera e propria. Spesso ci si trova di fronte a molte incertezze: la chiave sta nell'assicurarsi che alcune delle questioni più importanti vengano risolte prima di fare un restyling, sia esso completo o parziale. Questo ti consentirà di risparmiare tempo e denaro, ma soprattutto ti permetterà di guardare al tuo nuovo sito con soddisfazione, sapendo che ne è valsa la pena e che gli sforzi profusi non sono stati vani.

Vota:
3
 
Perché Google odia il tuo sito?
Come utilizzare i social media per trasformare le ...

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli